Miglioramento dell’efficienza energetica nell’industria

Quello dell’efficientamento energetico è un problema che riguarda tutte le infrastrutture produttive, in qualsiasi settore. Solo operando una diagnosi continuativa dei consumi e verificando la salute dei macchinari è possibile ottimizzare la produzione e garantire la massima sostenibilità economica ed ambientale.

Per le industrie, è importante avvalersi di questi strumenti per ottimizzare i consumi, individuare partenze indesiderate di carichi nelle ore notturne o improduttive, capire se l’impianto elettrico è rifasato, ma soprattutto perché il monitoraggio energetico è un obbligo di legge (D.Lgs. n. 102 del 4 luglio 2014 art. 8).

Monitorare l’inquinamento acustico e dell’aria nell’industria

Grazie all’IoT arrivano i sensori wireless, in grado di rilevare nel modo più affidabile direttamente sul campo ed in tempo reale tutti i valori relativi all’inquinamento dell’aria (come le polveri sottili PM10 e PM2,5) e acustico.

Misurare la qualità dell’aria internamente ed esternamente all’industria aiuta a stimare l’inquinamento della zona per poi valutarne cause, conseguenze e prendere i relativi provvedimenti. Misurare il rumore derivante dai processi industriali e dai macchinari permette di rilevare eventuali livelli troppo alti che possono danneggiare l’udito di chi lavora all’interno del sito.

Relamping LED

Sostituzione in ambito industriale dei prodotti per l’illuminazione di vecchia generazione con corpi illuminanti a risparmio energetico LED.

VANTAGGI:

– Risparmi sulla bolletta dal 40% al 60% con un risparmio manutentivo dell’80% a parità di luce emessa;

– Vantaggi in termine di benessere: prive di qualsiasi traccia di mercurio emettono luce pulita senza componenti UV e IR;

– Evita l’immissione di 225 chili di CO2 in atmosfera: l’equivalente di piantare nove “abeti virtuali” all’anno;

– Semplicità di installazione: facile e immediato senza dover intervenire sull’impianto elettrico (metodo plug&play).

Cogenerazione e Trigenerazione

La cogenerazione è il processo combinato di produzione di energia elettrica e calore attraverso un unico impianto alimentato da una sola fonte di energia primaria (metano, biodiesel, biomasse etc.).

In una centrale solamente il 40% dell’energia che si libera dalla combustione nei motori viene trasformata in elettricità. La restante parte (60%) si traduce in calore che viene disperso nell’ambiente. Un impianto di cogenerazione o trigenerazione è in grado di recuperare questo calore!

Utile in ogni settore per riscaldare gli edifici, ma soprattutto dove vi è grande richiesta in via continuativa di acqua calda (piscine, campeggi) o acqua refrigerata (industrie, centri commerciali).